Friday, January 05, 2007

Un’intervista a Fabio Mussi del 24.11.06 su Enti e democrazia

Segnaliamo l’intervista al ministro Fabio Mussi Pacchetto Mussi di Rosa Mordenti sul n. 42 del settimanale Carta del 24 novembre 2006.

Riportiamo inoltre il comunicato stampa del MUR in cui il ministro Fabio Mussi si impegna a proporre «una modifica già nel testo della legge Finanziaria in discussione al Senato» alla norma, contenuta del Decreto fiscale appena approvato, con la quale gli Enti di ricerca sono stati sottoposti alla ‘tutela’ del Governo, in aperto contrasto con il dettato costituzionale. Ci auguriamo che la modifica annunciata restituisca pienamente agli Enti la dignità prevista dalla Costituzione. Mussi afferma: «Democrazia è ascoltare le voci della società e delle Istituzioni, e correggere tempestivamente quanto c’è da correggere». Speriamo che da ora in poi il Ministro ascolti tempestivamente e sul serio tutte le componenti del mondo universitario e le loro rappresentanze per elaborare e realizzare le riforme indispensabili per il rilancio dell’Università nell’interesse del Paese.

da “Comunicati Stampa” del MUR:

Università e Ricerca:
Ordine del giorno su decreto fiscale Enti di ricerca,
dichiarazione del Ministro Mussi


«Sono pronto a raccogliere l’OdG approvato dal Senato sulla norma del Decreto fiscale relativa ai poteri regolamentari sugli Enti di Ricerca, che va nel senso della proposta originaria del mio Ministero».
Lo afferma il Ministro dell’Università e della Ricerca On. Fabio Mussi.
«L’intenzione del Governo – continua il ministro - è esattamente quella di sburocratizzare, di ripristinare l’autogoverno della comunità scientifica, e di liberarla dalla dipendenza diretta dal potere politico, che negli ultimi anni è stata molto forte».
«Tutti gli atti compiuti fin qui, a partire dalle procedure assolutamente innovative per la designazione dei presidenti dello Science Area Park di Trieste e dell’ASI, testimoniano di questa ferma volontà».
«Ma – spiega Mussi - sono emerse preoccupazioni, manifestate non solo in sede parlamentare (nonostante che l'adozione dei regolamenti preveda il parere del Parlamento), che la norma possa esporre al rischio di produrre effetti contrari. Ne proporrò allora una modifica già nel testo della legge Finanziaria in discussione al Senato».
«Democrazia – conclude - è ascoltare le voci della società e delle Istituzioni, e correggere tempestivamente quanto c’è da correggere».

23 novembre 2006
Il Ministro
Mussi

- Diffuso dall’Andu il 25 novembre 2006
Homepage ANDU

No comments: